Posted by on

MERCATO IMMOBILIARE E RECESSIONE TECNICA

In questi giorni i media ci stanno proponendo con insistenza notizie  riguardanti quella che viene definita “ recessione tecnica”. Ma cosa significa questo termine e che conseguenze può avere nel prossimo futuro sul mercato immobiliare? Una “recessione tecnica” per definizione è una situazione in cui l’economia di un Paese, invece di crescere o restare invariata, decresce per due trimestri di seguito. Il fatto che un Paese registri una decrescita per sei mesi di seguito non significa però che non stia nel frattempo seminando per ottenere migliori risultati in seguito. Abbiamo quindi un’indicazione di massima ma anche un certo margine di recupero e di fiducia nel futuro e non si tratta dell’inizio di una nuova crisi assicurata, anche perché dobbiamo ricordarlo questo dato è globale, non riguarda solamente  l’Italia. Per quanto riguarda specificatamente il mattone ci troviamo in un ciclo piuttosto positivo sia  per l’effetto dei tassi dei mutui, che sono ancora particolarmente bassi e rappresentano un forte stimolo per le compravendite, che per i prezzi delle case, che anche se in modo quasi impercettibile, sono ancora con il segno meno. Poi bisogna ricordare che   nonostante tutto in Italia c’è ancora tanta voglia di casa.  In questo scenario, nel settore immobiliare, per quest’anno, si prevede comunque un moderato aumento delle compravendite residenziali a fronte di un andamento dei prezzi che tende alla stabilità. Per quanto riguarda i mutui  le previsioni sulla base delle ultime notizie sull’andamento del Pil,  possiamo prevedere un livello delle erogazioni sostanzialmente in linea con il 2018. Ovviamente le banche mantengono comunque sempre un atteggiamento prudenziale ed ìl livello dei tassi di interesse si dovrebbe mantenere basso per tutto il 2019. Se vogliamo valutare cosa acquistano gli italiani oggi possiamo confermare il trend dello scorso anno. Gli atti, per il 90,78% dei casi hanno visto come venditori soggetti privati, mentre scendono le compravendite effettuate da imprese.

  Astri Klun